Homepage > Biography > Drama > History > Versailles Valutazione

Versailles

IMDB 7.9
Premiato
14
Bene
5
Media
2
Male
2
Terribile
2
data di revisione 02/21/2020
Igor Earlgy

Non ci aspettiamo un'accuratezza storica da una serie che vede la regalità francese. Piuttosto, ci aspettiamo opulenza, molta azione e intrighi, con una buona dose di sesso e decadenza. Bene, Versailles ha questo in palio, e non sapendo molto della Francia di quel periodo, ne sto prendendo gran parte con un pizzico di sale, ma penso che sia davvero una buona televisione.

La trama si snoda un po 'a volte, e ovviamente Louis stava costruendo la sua nazione, e a volte Versailles sembra più importante del suo paese, ma ovviamente rappresenta la Francia e tutto ciò a cui ci associamo in modo splendido, anche oggi.

Oltre alla costruzione della nazione, Louis dovette confrontarsi con un gruppo di nobili fastidiosi che sembravano passare tutto il tempo a complottare contro di lui e uccidere le persone a cui era legato. Non c'è da meravigliarsi se alla fine i poveri francesi si sono sbarazzati della loro sovranità, deve essere sembrato molto problematico a coloro le cui vite erano più difficili e meno importanti.

È una televisione superba e penso che gli sceneggiatori possano prendersi davvero il merito di aver costruito una serie in cui Louis interpreta i membri della sua corte (e persino la sua stessa famiglia) uno di fronte all'altro con abilità e aplomb. Era chiaramente nato per essere un re.

Questa è una grande TV e non vedo l'ora che arrivi la serie 2 che mi è stato detto.

Mary Gumsley
data di revisione 02/21/2020
Mohamed Faul

Questo re era uno showman, non un filosofo insicuro, che controllava in modo spettacolare, non un po 'timido. Per lui l'unico crimine era essere noioso. Potresti iniziare con un restyling del look e lasciare che la recitazione segua. Per favore, fai un lavoro migliore con i capelli e i costumi degli uomini. Questa è la Francia, non la vecchia Inghilterra. Sebbene mi piaccia la chevelure rock star di Mark Farner degli anni '70 immaginata per il re (che è molto ben scelto con un attore breve), tutti i suoi ritratti mostrano una nuvola di riccioli dalla culla alla tomba (parrucche, ovviamente). I tessuti sono couture, ma troppo neutri. Quel farfallino rosso sopra la cravatta di pizzo bianco sarebbe stato tre volte più largo e moltiplicato per sette, come una bottiglia natalizia di cognac. (Ancora una volta, guarda il ritratto.) Assolutamente assente: la favolosa musica di Marc Antoine Charpentier e Lully, i dipinti di Le Brun, Mignard e Le Moyne, i solidi mobili d'argento che hanno quasi fatto fallire la nazione. Guarda il film, Vatel, per cibo migliore e ispirazione per la festa. Monsieur lo disse meglio quando Louis gli rimproverò la nota di scarpa da 50,000 ecu con: "Ma non hai visto le scarpe!" No, non l'abbiamo fatto.
data di revisione 02/21/2020
Tannenbaum Mullally

Penso che il casting sia eccezionale. Aggiungi splendidi dintorni e grande recitazione e aggiungi la storia di Luigi XIV e avrai uno spettacolo che ti porterà nel mezzo della vita a Versailles. So che hanno preso le libertà con la storia, e hanno fatto sesso tutto, ma non in modo negativo. Non esiste un atteggiamento più santo del 21 ° secolo, il che è bello. Hanno fatto le cose in modo diverso nel 1600 ed ecco uno spettacolo che ne ritrae parte, senza predicare. È raro che al pubblico venga riconosciuto il merito di avere abbastanza cervelli da formare opinioni proprie sui personaggi. Le cose a Versailles non sono tutte in bianco e nero, buone e cattive - ci sono molte, molte sfumature di grigio qui. Ci vuole molto per riuscire a mostrare tutte quelle sfumature e penso che Versailles abbia un successo ammirevole.
data di revisione 02/21/2020
Ivens

E la serie? La recitazione è fenomenale da parte di questi due fratelli, il re e il principe, che giocano così bene l'uno contro l'altro su questioni di rivalità tra fratelli, amanti, potere e le lussureggiamenti sdegnosi e le sciarade che il re ripone su suo fratello, il peggiore di tutti andare a letto con sua moglie e mandare avanti e indietro durante tutto il progetto. sapevo che lavoravano in una serie per interpretarlo come una pedina da buttare via, vediamo quanto fosse davvero convincente e subdolo questo re ... tutto molto concepibile e convincente, oltre che divertente e pieno di decadenza; mostrando spesso modi adiacenti disgustosi di razza umana trattati a vicenda, quindi ... purtroppo non è cambiato molto oggi? Non so quanto sia vero il fatto che questa storia venga raccontata, ma ho fatto studi formali sugli aspetti del design di Versailles durante la sua costruzione, durante i vecchi anni del college ... non ero a conoscenza, era come grande di un progetto com'era. I francesi furono i primi a Versailles a costruire uno dei più grandi sistemi di acquedotti "al mondo", eppure solo di recente aveva bisogno di alcune ricostruzioni e riparazioni profonde ... ecco quanto erano in anticipo i francesi riguardo alla tecnologia e all'ingegneria civile . La serie mostra l'onestà di quanto fosse incasinato l'uso del potere ai tempi ... le donne sono oggetti da negoziare. apprezzerò anche i rapporti onesti con le differenze nel modo in cui gli europei trattano la natura sessuale, rispetto agli Stati Uniti! Il resto dei ruoli secondari è anche molto ben fatto. I costumi sono a posto, periodicamente parlando, e realizzati con molto gusto! Inoltre, questa serie solleva questioni che tutti noi affrontiamo oggi ... i diritti alla privacy delle nostre vite sessuali personali, i problemi del governo contro la piccola impresa e la classe degli imprenditori che ottengono ciò che valgono, invece di pagare per la vita reale, prima di tutto , come se questo non fosse uno dei maggiori problemi di questi ultimi due decenni, ovunque, oltre a far emergere lo stato sociale e i diritti da trattare umanamente, non importa chi tu sia! le indignità subite dalle donne, anche nello stato sociale! Adoro la fotografia del cinema. tanto piacere! non so perché il punteggio non sia migliore? L'unico altro recensore suggerisce "baloney on accents inglese" rispetto all'utilizzo del francese? Veramente? Quante migliaia di pezzi d'epoca sono fatti e quasi tutti sono nell'accento e nella topografia britannici, quasi sempre ... un altro ??? ci interessa ??? domanda? No, certo, no. Vedi questo ... vale la pena, e il tempo vola con questo !!! Godere!
data di revisione 02/21/2020
Obola Maza

Uno di quegli spettacoli mi ci è voluto un po 'di tempo per iniziare a guardare, ma dopo aver abbuffato la serie 1 devo dire che è un'eccellente visione, concordo con altri revisori che sottolineano che ci sono inesattezze storiche decisamente sicuramente, la nascita del Il bambino della regina ecc., Ma possono essere trascurati, poiché il dramma crea in qualche modo dipendenza. È molto volgare, molte scene di sesso e molte scene di sesso gay, shock horror.

I set e i costumi sono incredibilmente lussuosi, non puoi fare a meno di essere stupito dalla pura maestosità degli edifici e dei dintorni, la stessa Reggia di Versailles assume quasi il ruolo di un personaggio in più, è così impressionante. È visivamente sempre sul denaro, le riprese, la musica, ecc. Sono di prima classe, assolutamente impeccabili.

Sono così felice che abbiano scelto di non indossare accenti francesi sfavorevoli, così spesso rovinano i drammi storici.

George Blagden è un attore protagonista eccezionale, sembra così incredibilmente diverso in costume, penso che sia meraviglioso nel ruolo, masse di carisma. Così ben abbinato Alexander Vlahos, che interpreta suo fratello, totalmente adatto alla parte, giusto dire che aggiunge masse di varietà allo spettacolo.

È bello vedere che la Serie 3 è stata commissionata, il che significa che molta Versailles verrà. Bello spettacolo. 8/10
data di revisione 02/21/2020
Uella

La cinematografia, il dialogo. presentazione, recitazione, regia tutto superbo. La storia è vagamente storica. Mentre tutto il dramma può essere considerato - in un certo senso - "soap opera", esiste un mondo di differenze tra questo genere, in realtà girato su Versaille, e la varietà televisiva standard. Nella terza stagione, alcuni dei personaggi hanno iniziato a comportarsi in modo incoerente, la divergenza dalla storia reale è diventata acuta e la storia quasi sciocca. Ma le prime 3 stagioni (specialmente la 2a stagione) sono state superbe.
data di revisione 02/21/2020
Jovia Sexson

E non mi riferisco semplicemente ad Alexander Vlahos! Lo scenario è sontuoso e glorioso, così come i costumi. Il posto, Versailles, ora è saldamente nella mia lista di luoghi che devo visitare. Sono andato di recente all'Hampton Court Palace ed è stato un posto magnifico ma penso che impallidirà in confronto.

Lo spettacolo è, credo, ragionevolmente fedele alla storia. Ho letto alcune cose sui vari personaggi e, ovviamente, gli sceneggiatori hanno colmato le lacune nel modo che ritengono opportuno, ma sono rimasti fedeli alla storia per gli aspetti importanti. Siamo onesti, hanno bisogno di farlo fluire ed essere abbastanza divertente da mantenere la nostra attenzione!

George e Alexander sono semplicemente meravigliosi, adoro assolutamente i loro ritratti dei due fratelli. Potrei guardare Philippe per ore intere, è così favoloso come il principe del travestimento gay / bi. Il merito va a tutti i personaggi del cast che sono meravigliosi personaggi secondari, e anche al design della produzione e ai costumi / capelli che avrebbero potuto deludere l'intera impresa se non fossero stati ben fatti, ma tutto è stato fatto magnificamente.

Se ti piace il dramma storico / storico, adorerai questo spettacolo. Non vedo l'ora che arrivi la terza stagione!
data di revisione 02/21/2020
Corabelle Headley

Come con la maggior parte di queste produzioni storiche su re e regine reali, ci sono una serie di discrepanze riguardo ai fatti. Detto questo, questa è davvero una serie intrigante ed eccitante piena di sfilate e costumi e set meravigliosi. C'è anche una recitazione eccellente, in particolare con i personaggi di Phillipe, il fratello di King Louis e Fabien, il capo della sicurezza dei re. I loro personaggi sono sfumati, molto più del re stesso. Questa è una serie che vale la pena guardare, soprattutto per gli amanti di pezzi storici.
data di revisione 02/21/2020
Hedley Hofstadter

Questo è uno dei migliori programmi TV che io abbia mai visto. Il tipo di spettacoli che ti porta a quel periodo e desiderando che tu fossi lì. Grande produzione, cast, sceneggiatura ... Ti innamorerai di molti dei personaggi e nel caso in cui non avessi fregato Versailles, credo che questo spettacolo ti incuriosirà provocatoriamente per andarci ed esplorare le meraviglie e la magia di Versailles!
data di revisione 02/21/2020
Loughlin Wight

Pochi esempi di invenzioni scandalose degli sceneggiatori di questa serie. Nel primo episodio la regina molto religiosa Maria Teresa di Spagna dà alla luce un bambino nero (!) - ovviamente non è mai successo. Quando morì re "Louis osservò che non gli aveva mai causato disagio in nessun'altra occasione" (Wikipedia). Il re (Luigi XIV) ha una relazione sessuale appassionata con la moglie di suo fratello (la storia ci racconta una storia leggermente diversa). L'attrice Lizzie Brocheré è una giovane ragazza (nella serie forse 20 anni) che vuole fare il medico e aiuta suo padre a liberare il figlio della regina (assolutamente impossibile per una donna fare il medico intorno al 1660). In un'altra scena una donna di corte dice ad un altro: "Bel profumo", l'altro risponde: "Non ne uso mai uno". Versailles non aveva un solo bagno a quei tempi, il motivo principale per cui i profumi sono stati inventati! Strano ma vero. Quindi una conversazione del genere era altamente improbabile ... Tutto questo (e altro) avviene solo nel 1 ° episodio! Gli sceneggiatori di un serial storico dovrebbero conoscere meglio! ! inguardabile
data di revisione 02/21/2020
Dalis Satomba

Superba cinematografia, grande sviluppo dei personaggi e una trama meravigliosamente intrecciata: non vedo l'ora della terza serie !! Un merito speciale va a George Blagden, Tygh Runyan e Pip Torrens per le loro avvincenti esibizioni e per i personaggi intriganti e complicati che interpretano!
data di revisione 02/21/2020
Borrell Grayden

Ho appena finito la prima stagione di 10 episodi su Netflix.

Ottimo programma! Persone estremamente ben recitate e bellissime oltre ai grandi set, costumi, sceneggiatura e recitazione.

Sì, un po 'volgare, ma non è la vita? Dubito che la realtà fosse meno docile. Oh belle donne, oh belli uomini! Che divertimento.

Avendo letto tutti i romanzi di Dumas sui tre moschettieri e la monarchia che hanno servito, questa è una festa ricca e sontuosa di persone meravigliose, scene, costumi, sceneggiatura e recitazione per farti sentire quell'età.

Bravo! Non vedo l'ora che la seconda stagione sia disponibile su Netflix.

I miei umili saluti a tutti coloro che stanno dietro la produzione.
data di revisione 02/21/2020
Hauser Khamo

Questo periodo nella storia è il mio preferito da studiare. La transizione europea dal Medioevo al Rinascimento è la base dell'umanità moderna. Era il movimento dalla religione alla scienza. Cromwell aveva appena condotto con successo una rivoluzione contro il dominio aristocratico in Gran Bretagna. Ciò aveva suscitato increspature nella coscienza dei leader di tutta Europa e delle sue colonie.

Quindi, sono stato felice di vedere che questa serie è stata studiata bene. La sua lanugine è perdonabile ai tempi di HDTV. Probabilmente potrebbe superare il test dell'olfatto se esistesse. La realtà del tempo no.

Sono un fan di George Blagden. Mi è piaciuta la sua recitazione in "Vichinghi". Ha un'intensità visiva che si adatta a ruoli come questi. Noemie Schmidt nei panni di Henriette fu un notevole successo nel giocare una pedina reale dell'epoca. La femminilità della sua parte era ben bilanciata dalla sua razionalità. Ci ha giocato bene. Stuart Bowman (Bontemps) e Tygh Runyan (Marchal) sono eccellenti nel recitare ruoli chiave che sono storicamente centrali nella vita a corte, ma sono spesso ignorati.

La relazione tra Philippe d'Orleans (Alexander Vlahos) e Chevalier (Evan Williams) è un modo interessante di interpretare le relazioni omosessuali nell'aristocrazia dell'epoca. È una piacevole partenza dal solito sfruttamento dei personaggi omosessuali come cattivi psicopatici. Vlahos fa un lavoro migliore per stare lontano dallo stereotipo swish.

A livello di pura bellezza fisica, è una produzione fantastica, buona come qualsiasi film epico sull'argomento. È un altro esempio dell'effetto positivo che i mercati dei video in streaming hanno avuto sui media di piccolo schermo.
data di revisione 02/22/2020
Jaquenette

Versailles è l'ennesimo esempio di storia revisionista che dipinge un'immagine fuorviante della vita e della politica di Luigi XIV, noto come il Re Sole.

Questo dramma presenta il giovane re francese come un astuto, visionario. Gran parte della narrativa viene utilizzata per far sembrare intelligente il re, facendo fare in modo che coloro che lo circondano facciano osservazioni stupidamente trasparenti. Il mio preferito è il suo capo della sicurezza interna che si congratula con il re per aver firmato un trattato di pace, dicendo "la guerra è finita". È un commento assurdamente assurdo, dato che lo stesso capo della sicurezza è circondato, in quel momento, da uomini uccisi a causa di ciò che equivale a una guerra domestica tra il re e gli elementi della nobiltà. Una guerra che, come capo della sicurezza interna, è personalmente accusato di combattere.

La realtà di Luigi XIV è molto meno glamour. Un individuo parassita, che poteva solo sostenere la sua stravaganza attraverso atti piuttosto brutti di usura domestica, furto, conquista internazionale e imperialismo. Questo non vuol dire che Louis sia stato peggio dei suoi contemporanei, ma, per provare a rappresentarlo in una luce così esagerata e lusinghiera, fa una menzogna della verità storica.

Versailles non era certo la meraviglia incontaminata e architettonica, che è stata presentata come una delle due. Le persone defecate e urinate nei corridoi, le malattie, specialmente della varietà venerea, erano diffuse. La nobiltà che popola i corridoi e le stanze di questo palazzo, non erano i tipi carini, puliti e ben lavati presentati in questa serie. Erano molto sporchi, che si lavavano di rado e mascheravano la puzza con polvere e profumi. In parole povere, nonostante lo splendore visivo di Versailles, era un luogo sgradevole, pieno di gente indolente, dispettosa, malifera.

Lo standard di recitazione per la serie è buono e sì, è guardabile. Dopotutto, è materiale intrinsecamente interessante. Eppure, così tanto è travisato, che questa produzione è resa più una finzione che un pezzo storico. Come tale, dovrebbe essere considerato intrattenimento e poco altro. Sei su dieci da me.
data di revisione 02/22/2020
Tunnell Ashman

Per cominciare, chi girerebbe un film su, diciamo, la regina Victoria in francese? ogni faticosa pronuncia di nomi francesi ("mowdem da mountpawnsire", capire la signora de Montpensier, ecc.) strappa le orecchie e rovina ogni credibilità dal primo minuto. Troppi attori mediocri mal indirizzati che potrebbero appartenere a una serie B di Hollywood come Dynasty ma sicuramente non alla corte di Francia. Il re è probabilmente il peggiore di tutti, una scelta difficile da capire. Un mento debole, labbra sottili, un comportamento quasi femminile, tutto ciò trasuda mancanza di fiducia in se stessi che il suo umoristico carattere non riesce a dissimulare. Perfetto per Paperino ma agli antipodi di quello che deve essere stato quello vero, figuriamoci fisicamente. Non ci sono abbastanza dipinti in giro? Il meno difficile da capire non è il fatto che suo fratello, il duca di Orleans, abbia una sorprendente somiglianza con il re originale, quindi perché non sceglierlo? Molte altre facce sono ben scelte, altre no (ad esempio, Rohan si adatterebbe in Rambo, sia la faccia che l'atteggiamento, ma non qui.) Lo scenario è vagamente legato alla storia. (Non ho nulla contro le interpretazioni originali, a condizione che non siano incredibili al punto di sfiorare completamente il ridicolo: il bambino nero illegittimo della regina, lo spettacolo di drag queen del fratello del re, la dottoressa del re, ecc. Sono questi sbuffi crostate alla crema davvero necessarie per vendere abbastanza biglietti? Comunque, in ogni cosa cattiva c'è qualcosa di buono. La fotografia è sublime. Anche se il palazzo di Versailles, al momento della storia, si suppone che il film abbia luogo, non era certamente così lussuoso ( venne solo con la vita successiva del re), le combinazioni di colori, la decorazione, la moda, ecc. del periodo erano molto più austere, e quelle nel film ricordano chiaramente il periodo Luigi XV e XVI molti decenni dopo, il regista ha colto perfettamente quest'ultimo in tutte le sfumature (confronta con l'eccellente Marie-Antoinette di Sofia Coppola). Ciò salva la serie, che vale la pena guardare solo per quel motivo. Puoi tagliare il suono per il resto.
data di revisione 02/22/2020
Irmine Swanhart

Basato su atti storici sull'intrigo e il combattimento di potere nella corte di Luigi XIV. Questo film per i clienti si basa in parte su eventi reali e inizia nel 1667, con il potente re di Francia di 28 anni, Luigi XIV. Racconta due stelle britanniche emergenti, Georges Blagden ("I Vichinghi") nel ruolo di Luigi XIV e Alexander Vlahos nel ruolo di Monsieur, l'enigmatico fratello del Re Sole e gay, la cui coppia è il complice Chevalier, Evan Williams. Il suo regno di 72 anni e 110 giorni è il più lungo di tutti i monarchi di un grande paese della storia europea, sposò Marie-Thérèse (Elisa Lasowski) ed era figlio di Anna d'Austria (Dominique Blanc) e Luigi XIII (David Stanley). È sviluppato nella corte di Luigi XIV che decide di costruire il più grande palazzo del mondo: Versailles. Questo noto monarca governava in domini in cui il sole non tramontava mai; mentre Louis continuava il lavoro dei suoi predecessori nel creare uno stato centralizzato governato dalla capitale. Dovremmo avere la stessa intelligenza di questo monarca e trarre vantaggio dal potere di questa storia e dal suo meraviglioso background rinascimentale. Cercò di eliminare i resti del feudalesimo che persistevano in alcune parti della Francia e, costringendo molti membri della nobiltà ad abitare il suo sontuoso Palazzo di Versailles - precedentemente una residenza di caccia appartenente al padre di Louis -, riuscì a pacificare l'aristocrazia, molti dei quali membri aveva partecipato alla ribellione di Fronde durante la minoranza di Louis. Tuttavia, suo fratello Monsieur Philippe d'Orléans (Alexander Vlahos) è da qualche tempo relegato in un ruolo minore nella Corte, a causa del potere crescente dei segretari più influenti del re, Bontemps (Stuart Bowman), Colbert (Steve Cumyn ) e in particolare il capo della sicurezza, il carnefice implacabile, Fabien Marchal (Tygh Runyan). Nel frattempo, la situazione della Francia è minacciata dall'Olanda governata dal carismatico William of Orange (George Webster), essendo la situazione di Luigi XIV estremamente pericolosa e delicata. Nel frattempo, Louis decide di costruire un grande palazzo in un luogo inospitale, ma il bilancio svuotato, gli affari e gli intrighi politici complicano le cose. Luigi XIV è in costante conflitto con i suoi lavoratori e quei traditori che possiedono informazioni privilegiate possono acquisire immense fortune. Durante il regno di Luigi, la Francia fu la principale potenza europea e combatté tre grandi guerre: la guerra franco-olandese, la guerra della lega di Augusta e la guerra di successione spagnola. Quindi, una cospirazione oscura e le molestie di William of Orange rendono Versailles un posto scomodo.

Questo drammatico dramma epico scritto da David Wolstencroft ("The Escape Artist") e Simon Mirren ("Criminal Minds", "Terzo orologio"), The 10-episodio show è stato messo in grande budget, sviluppato e coprodotto dalla creazione originale di Canal Plus divisione. La serie è stata in sviluppo per cinque anni prima che le telecamere iniziassero a girare. A partire dal 2015, questo è lo spettacolo televisivo più costoso mai prodotto in Francia. Nonostante sia un progetto finanziato in gran parte dalla Francia, la serie è stata girata in inglese con un occhio rivolto a un pubblico internazionale più ampio. Secondo la costumista Madeline Fontaine, la produzione ha richiesto la realizzazione di circa 100 costumi per membri del cast e circa 200 costumi extra prodotti in serie. Gli Emmy Awards hanno ospitato una proiezione esclusiva del pilota della serie per i suoi membri durante una riunione del consiglio di amministrazione a Versailles. Prodotto da Zodiak Fiction e Incendo, le onserie di prua hanno battuto il record di rating per un dramma originale su Canal Plus dal 2013.

Questa serie TV ricrea fedelmente i fatti storici, poiché da molto tempo ci separiamo dagli eventi per narrare, ma le ombre nascondono ancora al pubblico questo grande momento storico e il significato di tali azioni. La serie TV "Versailles" è piena di quelle luci e ombre, raccoglie un evento così importante conosciuto ricreato nella cornice artistica chiamata Golden Golden Age, caratterizzato e ispirato dalle idee di un regno dell'assolutismo. La serie contribuisce alla memoria storica, artistica e culturale di un'epoca, con uno sguardo al passato, offrendoci un adattamento interessante su eventi importanti. Questo è un budget sontuoso, ma un cliente lento e pieno di nudismo e sesso simulato con un buon cast che dà belle interpretazioni, ha Georges Blagden come re autoritario. Personalità e carisma del ritratto di George Blagden come uno dei re europei più straordinari che abbia mai regnato. Sua moglie Marie-Thérèse è interpretata da Elisa Lasowski e suo fratello omosessuale Monsieur Philippe d'Orléans di Alexander Vlahos, e sposato con Henriette interpretata da Noémie Schmidt alla cui bellezza meravigliosa è difficile resistere. E Tygh Runyan nel ruolo di Marchal offre la sua grande opportunità di brillare davvero. Amira Casar conferisce un carattere convincente come Béatrice astuta e cattiva. Stuart Bowman gioca con enorme distinzione nei panni di Bontemps, l'incorruttibile e astuto consigliere. Il resto del cast di supporto è bello, come l'amante gay Chevalier interpretato da Evan Williams, Anatole Taubman come traditore Montcourt, Lizzie Brocheré come il dottore Claudine, Sarah Winter come Louise e molti altri. La serie è meravigliosamente fotografata ovunque, scritta e diretta. Straordinario design del costume accompagnato da una colorata fotografia girata sul posto. Poiché il team di costumi era composto da una trentina di persone, tra cui il designer principale della serie, il suo team di progettazione ausiliaria, le cucitrici e gli installatori. I set di lusso fanno un uso eccellente di location reali a Versailles e hanno un aspetto di grande produzione televisiva. "Versailles" è stata accolta dal colosso francese della televisione a pagamento per una seconda stagione (la prima è ambientata nell'anno 1667) che si svolge quattro anni dopo gli eventi della prima stagione.
data di revisione 02/23/2020
Erek

Ho adorato tutte e tre le stagioni di questa serie, che considero la migliore sulla vita e sui problemi del re Luigi XIV. Gli attori sono davvero bravi e i personaggi fantastici, ognuno con la sua forte personalità che cresce e cambia dall'inizio alla fine. Il contesto in cui si svolge la storia è molto ben descritto, in modo che possiamo imparare molto su costumi e problemi in Francia in quel periodo; in particolare, possiamo capire le ragioni che hanno portato alla rivoluzione francese. Viene anche spiegato passo dopo passo il processo di costruzione della magnifica Versailles, dando un'anima a questo luogo. Allo stesso tempo, possiamo conoscere i fatti e le avventure più importanti avvenuti all'interno del palazzo. La storia è ben mescolata alla finzione, la suspence è sempre alta, finalmente ami alcuni dei personaggi e odi altri. Consiglio davvero questa fiction a tutte quelle persone che amano la Francia e la sua storia.
data di revisione 02/23/2020
Dorette

Il primo episodio non ha fatto nulla per farmi desiderare di continuare a guardare questa serie. I personaggi erano sottilissimi, la trama quasi inesistente e i produttori sembravano preoccuparsi solo del valore dello shock. Troppa attenzione è stata prestata al sesso, alla nudità e alla violenza e non abbastanza da far sentire allo spettatore qualcosa per nessuno dei personaggi. Troppo spesso non era ovvio chi fosse chi, poiché il programma cadde nella solita trappola drammatica del periodo in cui tutti i loro personaggi sembravano troppo simili. Sì, grandi scene e riprese, ma alla fine qualsiasi serie si regge o cade sui suoi personaggi, sulla scrittura e sulla recitazione; e sfortunatamente Versailles non riesce a consegnare.
data di revisione 02/23/2020
Twyla

Per gli amanti della storia che possono perdonare qualche inesattezza per decadenza e intrighi. Adoro questo spettacolo. Attenzione visivamente ricca e molto bella ai dettagli e allo sviluppo del personaggio. Grande recitazione in generale ma senza dubbio puntelli a George Blagden nei panni di Luigi XIV (che è anche sorprendente in Viking un altro epico spettacolo) e Alexander Vlahos nei panni di Philippe (un'eccezionale analisi del personaggio).

Questo spettacolo mi ricorda un po 'di The Tudors con Jonathan R Meyers ma finora molto meglio di stimolazione e precisione.

Voglio seriamente tre forse più di Luigi XIV e spero che continuino con altri sovrani, cioè Luigi XV aka Amato e Luigi XVI con Maria Antonietta. Seriamente hanno bisogno di più spettacoli come questo. La storia è molto più interessante di quella fatta di cose per metà del tempo.

Ottimo lavoro cast e troupe.
data di revisione 02/24/2020
Heyes Tryner

Una festa per gli occhi e le orecchie, senza dubbio! Una grande e piacevole sorpresa. Giocatori eccellenti e promettenti! Una serie che vale la pena vedere, racconta la storia del re francese Luigi XIV noto come il Re Sole del 17 ° secolo, un re, gestore intelligente, sottile e il tuo rapporto affettuoso ma complicato con suo fratello Philippe, la sua corte di amici e nemici, cospirazioni e interessi, i loro amanti e la sua decisione incrollabile di costruire il famoso e bellissimo palazzo di Versailles. Non essendo un documentario sulla vita del re, l'idea principale è lì e molto ben scritta e rappresentata, con scenari, abiti e dialoghi spettacolari. Congratulazioni a tutti voi, al team di Versailles. Non vedo l'ora che arrivi la stagione 2 :-)
data di revisione 02/24/2020
Bord Andy

Sapendo che non ci sarebbe stata una quarta serie che mi è rimasta fedele a Versailles fino alla sua conclusione solo per vedere come sarebbe finita se fosse passata a un'altra serie che avrei rinunciato dopo la seconda serie. Allerta spoiler finta, termina non con un botto ma con un piagnucolio come se i suoi creatori si arrendessero e facessero i movimenti come una squadra che sa che è battuta e sta solo aspettando il fischio finale. Versailles copre un periodo di circa 20 anni del regno di Luigi XIV, ma gli attori non invecchiano. Non un capello grigio in vista. La recitazione è di buon livello, in particolare dato il livello di alcuni dialoghi. La qualità si deteriora con il progredire della serie - o forse dovrei dire regressi. Almeno all'inizio c'erano shenanigani sessuali per distrarre lo spettatore. Non sorprende che gli scrittori optino per le storie più sensazionali relative al periodo come quella della pia regina che presumibilmente dà alla luce un bambino nero da un nano di corte. Inutile dire che abbiamo The Man in Iron Mask. Ora c'era un uomo reale in una maschera di velluto, anche se non ci sono prove che interagisca con la famiglia reale. Ma poiché non sappiamo con certezza chi fosse, perché fosse imprigionato e perché fosse mascherato, gli scrittori erano liberi di inventare la loro storia su di lui. È solo un peccato che non ne abbiano trovato uno più credibile o almeno divertente. La storia esce dalla finestra. La regina morì per cause naturali, non fu assassinata. L'uomo con la maschera di velluto è morto in prigione per cause naturali molto tempo dopo gli eventi ritratti. Nella serie Colbert si oppone alla revoca de L'editto di Nantes. In effetti era morto da tempo quando fu revocato l'Editto. Una storia posteriore totalmente fittizia viene inventata per la devota Madame de Maintenon come prostituta, ma la sua interessante educazione mista cattolico-protestante è stata ignorata. Per me il nadir è stato raggiunto nel penultimo episodio in uno scambio tra Louis e Bossuet. Quando Louis dice che fu l'uomo a fondare la chiesa a Roma, Bossuet risponde: "San Paolo stesso ..."! Penseresti che l'uomo che l'enciclopedia cattolica considerava forse il più grande predicatore di pulpiti di tutti i tempi potesse conoscere la linea "tu sei Pietro e su questa roccia edificherò la mia chiesa". Per me queste inesattezze non griderebbero così tanto se ci fossero buone trame. Mi piacciono i vichinghi anche se i suoi elementi storici sono fortemente compressi nel tempo. Ha narrazioni credibili e, mentre Versailles aveva delle trame per cominciare, alla fine gli scrittori che avevano abbandonato la storia sembravano aver esaurito trame interessanti.
data di revisione 02/24/2020
Alison

È una produzione tipica di Canal +:

* girato in inglese (presumibilmente per aiutarlo a vendere, ma vende meno di Le Bureau des légendes girato in francese), lo trovo ridicolo; * molti errori storici: Louvoie ha la stessa età di Luigi XIV (giovanissimo), Colbert è completamente assente mentre è il ministro più importante (ma non il "Primo ministro" un termine mai usato in quel momento) non Louvoie, Louvoie non ha mai avuto ambizioni il trono o qualcosa del genere; * errori estetici: Luigi XIV non era così bello, non aveva i capelli così belli (li perse in seguito a causa di malattie, quindi le parrucche), sua moglie la Regina non era una snella signora scura ma era piuttosto corta, grassoccia , bionda! * la storia della regina che ha un figlio nero non ha una base storica (una voce malevola), i testimoni affidabili lo scartano completamente, ma capisco che Canal + ama questo * e, naturalmente, il sesso gay.
data di revisione 02/24/2020
Moore Beitz

Ancora un'altra fantastica serie TV che mi fa venire voglia di saperne di più sulla storia. Ringrazio i creatori di questo per avermi reso più curioso di ciò che è realmente accaduto. Molto bello e ben recitato.

L'ho osservato due volte in tre giorni, quindi penso di poter offrire la mia opinione. È un'ottima TV!

Blagden e Vlahos si esibiscono in modo eccellente; la trama riguarda moltissimo due fratelli, un angolo nuovo e nuovo del Re Sole che non avevo mai visto prima. Si tratta anche di costruire una casa, un palazzo e anche di costruire un paese.

Dubito che uno storico appropriato approverebbe, ma non mi dispiace. Questa è una buona TV e mi piace molto.

Dal momento che ho già cercato su Google la schifezza di Monsieur Philippe d'Orléans, credo di aver fatto il punto. Questo mi ha fatto imparare un po 'di più su questa era e anche vedere come influenza l'oligarchia nel nostro tempo presente.

Intrattenimento molto ben realizzato - ti consiglio di guardarlo almeno due volte. In questo modo conoscerai meglio i personaggi. Seconda stagione? Non vedo l'ora!
data di revisione 02/24/2020
Domenico Zeller

Ho aspettato quelli che sembrano secoli per una serie che non vedo l'ora di ogni episodio. Questo è. Assolutamente stupende, ambientazioni, costumi e scenografie mozzafiato.

Gli attori sono affascinanti. Non mi importa se è minuto per minuto storicamente accurato in quanto posso leggere un libro di storia su Versailles e la vita lì, ma questo è super interessante come un dramma all'interno di quel palazzo e di quel lasso di tempo. Tutti sono così reali. Sono orribili, amorevoli, intriganti, cattivi, sontuosi, sgargianti, furbi e violenti, ma non è questa la vita reale e gli umani? Adoro i costumi, i gioielli, il cibo, i fiori, l'arredamento e l'arte.

Incrocio le dita per la stagione 2.
data di revisione 02/24/2020
Saylor

Questo dramma parla dell'ascesa di Luigi Xiv, il Re Sole, Luigi Magno, che spostò l'esecutivo da Parigi, il centro del mondo conosciuto a Versailles, una grande palude.

Con suo padre morto da tempo, sua madre recentemente morta, era solo, tranne suo fratello e quelli di cui si fidava. Il suo matrimonio politico con una principessa spagnola non era felice.

Si occupa principalmente di come governare un impero francese in crescita. Questa corte francese si è evoluta in qualcosa di strano - dove la danza e l'etichetta erano politicamente critici.

Questo è realizzato in inglese (per semplificarlo commercialmente) ma dai francesi, quindi è realizzato con gusto. Ci sono attori attraenti, costumi sontuosi, effetti speciali (far finta che sia stato girato nel palazzo stesso) e, naturalmente, scene di violenza e sesso. Dopo tutto, è bello essere il re.

In attesa della stagione 2!

Lascia una valutazione per Versailles